Aria nuova a Wimbledon

Si è conclusa con le vittorie di Petra Kvitova nel singolare femminile e con quella di Novak Djokovic nel singolare maschile la 125a edizione del torneo di Wimbledon. Entrambi i tennisti sono al primo successo nel più prestigioso torneo sull’erba.

L’All England Lawn Tennis and Croquet Club, che dal lontano 1877 organizza il torneo, intende sfruttare questa ventata di novità per dare una rinfrescata, pur nel solco della tradizione, al più antico e prestigioso torneo di tennis del mondo. Ecco alcune tra le tante idee al vaglio:

ROYAL BOX – Il fatto che il Royal Box sia sempre più frequentato da cialtroni imbucati, sta facendo riflettere gli organizzatori sull’opportunità di mantenere questo settore. L’idea sarebbe quella di ridimensionare notevolmente la capienza del Royal Box; in pratica, il Royal Box verrebbe ridotto ad un solo posto, riservato alla regina Elisabetta II. Tenuto conto del fatto che alla Regina non frega nulla del tennis, il sedile libero potrà essere convenientemente utilizzato dagli spettattori contigui per appoggiare gli impermeabili.

PARENTADO – La lista di genitori tiranni o maramaldi che bazzicano il mondo del tennis è purtroppo molto lunga. Ma anche limitandosi alle persone rispettabili, ci sono personaggi ritenuti altamente nocivi, sia per gli atleti, sia per chi segue i match da casa. Particolarmente delicato è il caso di Andy Murray; pare che lo scozzese non possa proprio vedersi in campo senza la sua mamma sugli spalti; ma pare anche che siano in tanti quelli che non possono proprio vedere la madre di Murray tout court. Da un’attenta analisi dei dati forniti dall’Auditel inglese, si evince come tanto più il regista inquadra l’irritante signora, tanto più i telespettatori si affrettano a cambiare canale. Si sta dunque cercando un cavillo per comminare alla madre di Murray una sanzione simile al nostro Daspo, così da levarsela finalmente dalle scatole.

PARI OPPORTUNITA’ – Il cambio di maglietta in campo da parte dei campioni del tennis è molto gradito alle spettatrici, che non mancano mai di accompagnare l’operazione con fischi e gridolini di approvazione. Contro questa pratica ormai consolidata, si stanno però levando le voci dei fautori delle pari opportunità. In tal senso va l’ipotesi di parificare in maniera coercitiva i momenti di svestizione e rivestizione dei tennisti: ma, invece di inserire l’anacronistico divieto per i maschi di cambiarsi la maglietta in campo, si pensa di rendere obbligatorio almeno un cambio di maglietta da parte delle femmine. Questa misura potrebbe causare qualche disagio alle tenniste che indossano un abitino integrale.

OCCHIO DI FALCO – Uno studio condotto da un gruppo di  ricercatori dell’Antica Accademia di Statistica di Edimburgo ha dimostrato che l’Occhio di falco non serve praticamente a niente, se non a fare rifiatare un po’ i tennisti. L’Occhio di falco, però, piace molto al pubblico che ne attende l’esito con grande trepidazione e ne accompagna la visualizzazione con vigorosi applausi ritmati. La grande popolarità acquisita da questo strumento sta facendo propendere per una intensificazione del suo utilizzo: si pensa di aumentarne il possibile uso a 10 volte a set; oppure farlo rimanere a 3, ma per game. Allo studio la possibilità di utilizzare l‘Occhio di falco anche per il fallo di piede e, limitatamente agli spogliatoi maschili, come giudice imparziale nelle gare a chi ce l’ha più lungo.

GIUDICE DEL NET – Questa leggendaria figura viene ricordata con grande nostalgia dagli appassionati. Possibile, dunque, una sua reintroduzione, seppure in versione aggiornata. L’idea è di sorteggiare, di volta in volta, un giudice di gara che in sostanza funga da figurante, dato che il net continuerà ad essere segnalato dal marchingegno elettronico attualmente in uso. La presenza di un giudice seduto nei pressi della rete, oltre a fare molto vintage, arricchirebbe di pathos la gara, dato che il poveretto rischierà ad ogni colpo di essere abbattuto da una pallina scagliata a più di un centinaio di chilometri orari.

ASCIUGAMANI – L’utilizzo degli asciugamani da parte dei tennisti sta assumendo sempre i più i contorni di una stucchevole pantomima, finalizzata esclusivamente a far prendere tempo gli atleti. La conferma arriva da uno studio di autorevoli sudorologi dell’Università di Oxford, condotto sotto la supervisione degli esperti dell’International Borotalco Board: tale ricerca ha dimostrato che la possibilità che un tennista sudi tra due punti in maniera tale da rendere necessario l’utilizzo dell’asciugamano, è estremamente remota. Sulla base di questa risultanze, gli organizzatori stanno pensando di vietare gli asciugamani. Tra l’altro, i tennisti ne fregano una cifra per regalarli a parenti ed amici, e questo nuoce non poco alle casse del Club. Gli asciugamani verranno con ogni probabilità sostituiti da più economici tamponi di carta assorbente per inchiostro Pelikan, gestiti da due addetti strategicamente collocati a fondo campo.

OMBRELLI PARASOLE – Secondo un rapporto redatto da un team di psichiatri e psicoanalisti dell’Università di Oxford, obbligare ragazzini in età puberale a tenere ombrelli parasole sopra la capoccia di affermati campioni, potrebbe danneggiare in maniera irreversibile la loro psiche. Per non correre questo rischio, si sta valutando l’opportunità di sostituire i ragazzini con alcune giovani portaombrelli delle gare motorisitiche, le quali, oltre a giovare alla coreografia, sono ritenute meno vulnerabili sotto il profilo psicologico.

FRAGOLE CON PANNA – Sono da sempre uno dei simboli del grande torneo londinese. Però, nel corso di uno studio condotto su scala europea al fine di stabilire le corrette misure dei prodotti ortofrutticoli, è emerso che ci sono sempre più persone allergiche alle fragole. Inoltre, un altro autorevole studio, commissionato dal Governatore del Veneto Luca Zaia nell’ambito della vertenza sulle quote latte, ha evidenziato anche un netto aumento delle persone intolleranti al lattosio. Dunque, è probabile che, al fine di non esporre gli spettatori a sgradevoli malesseri o a letali shock anafilattici,  le fragole con panna saranno bandite. Tanto più che quegli scassamaroni dei contadini tirano ogni anno sul prezzo.

CAPPELLINI – Un altro elemento caratterizzante il torneo di Wimbledon è costituito dai cappelli sfoggiati dalle signore, protagonisti anche nell’edizione di quest’anno. I cappelli, però, sono da tempo al centro di roventi polemiche; sia perchè il malcapitato che siede dietro alla signora rischia di non vedere una mazza; sia perchè molti cappelli sono francamente inguardabili. L’anno prossimo si opterà per una soluzione altamente tecnologica: all’ingresso dell’impianto, le signore che indossano un cappello dovranno passare attraverso una sorta di body scanner che, opportunamente istruito, certificherà l’idoneità del copricapo.

PROVVEDIMENTI AD PERSONAM – Ci sono, infine, alcuni problemi particolari che riguardano singoli tennisti, la cui soluzione viene ritenuta non più procrastinabile. Il più urgente concerne gli slip di Rafael Nadal. E’ triste e imbarazzante vedere un campione del calibro di Nadal costantemente afflitto dai problemi che gli creano le sue mutande. Dato che, a quanto pare, lo spagnolo non è ancora riuscito trovare un valido rimedio, l’All England Club intende formare un’equipe di mastri filatori al fine di confezionare degli slip su misura per Nadal, in modo tale che egli possa concentrare tutte le sue energie psicofisiche nel gioco del tennis.

Anche le emittenti televisive che detengono i diritti sulla messa in onda dei match di Wimbledon stanno valutando nuove soluzioni. L’ipotesi sul tavolo è quella di sfruttare le sempre più sofisticate tecnologie per variegare l’offerta. Sky Italia continuerà a sviluppare le potenzialità del tasto verde del telecomando. Tra le funzioni in fase di implementazione si segnala l’opzione “Marianella free”. In pratica, chi non ne può più di sorbirsi la marea di boiate dette da Massimo Marianella, condite dalla sua irritante cantilena, avrà la possibilità di scegliere una telecronaca alternativa. Magari effettuata da un giornalista che capisce qualcosa di tennis.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: