Accadde all’Ikea

Non accennano a placarsi le polemiche innescate dalle dichiarazioni

del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Carlo Giovanardi,

che, nei giorni scorsi, aveva duramente criticato i manifesti della

nuova campagna pubblicitaria gay friendly dell‘Ikea. Durante

il week-end, davanti a vari magazzini italiani dell’Ikea, sono stati

messi in scena “baci collettivi” tra etero, gay, uomini e donne,

in risposta alla presa di posizione del senatore modenese.

In realtà, secondo alcuni retroscenisti, alla base delle dichiarazioni

di Giovanardi contro l’Ikea non ci sarebbero ragioni omofobe,

ma una sua personale avversione nei confronti dell’azienda

svedese, nata, a quanto pare, a causa delle enormi

difficoltà che il sottosegretario avrebbe incontrato

nel montare il mobiletto porta Tv del suo salotto.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: