Royal Wedding

Vanno scemando le polemiche sulla composizione della lista degli

invitati al matrimonio tra il Principe William e Kate Middleton.

Nell’approssimarsi dell‘evento, è logicamente passata in secondo

piano la sorprendente esclusione di Tony Blair e Gordon Brown,

così come quella, peraltro ampiamente prevedibile, di altri

“borghesi” quali Barack Obama, Nicolas Sarkozy e Silvio Berlusconi.

L’esclusione di Berlusconi rischia però di rivelarsi un’arma a doppio taglio.

Da un lato, la famiglia reale si è messa al riparo da eventuali performance

canore del nostro presidente del Consiglio, magari accompagnato al piano

da Elton John; dall’altro, però, mancando un personaggio goliardico come

Berlusconi, non si è ancora trovato un volontario che porti alla sposa,

al termine del pranzo, il tradizionale vassoio col cetriolo e le due arance.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: